Apple

iPhone 14 forse avrà lo stesso chipset A15 Bionic degli iPhone 13

Se ami gli aggiornamenti sulle novità dell’iPhone, allora probabilmente avrai sentito l’indiscrezione secondo cui l’iPhone 14 e l’iPhone 14 Max utilizzeranno lo stesso chipset A15 Bionic della linea iPhone 13. Questo sarebbe molto insolito per Apple, ma c’è un’idea del perché questo potrebbe accadere.

Secondo quanto riportato da Mark Gurman – giornalista e leaker con un buon curriculum in fatto di informazioni su Apple – nella sua newsletter Bloomberg, Apple è talmente concentrata sullo sviluppo di chip per Mac che i chip per iPhone sono passati in secondo piano. Gurman sottolinea che Apple ha lanciato cinque tipi principali di chip per Mac negli ultimi 18 mesi e sostiene che l’azienda ne ha in programma almeno altri quattro per il prossimo anno.

Sviluppare un numero così elevato di chipset a una velocità così elevata è un lavoro colossale, per cui Apple ha dovuto spostare molte delle sue risorse di sviluppo su questi chipset, che includono l’M1, l’M1 Ultra, l’M2 e altri.

Gurman non dice apertamente che questo ha portato Apple a utilizzare l’A15 Bionic per due anni di fila, ma suggerisce fortemente che l’attenzione per i Mac è un fattore importante, in quanto non ci sono abbastanza risorse per concentrarsi anche su altri chipset.

L’attuale focalizzazione di Apple spiegherebbe anche il motivo per cui l’azienda ha inserito il chipset M1 nell’iPad Pro 2021 e nell’iPad Air (2022), in quanto significherebbe un chip in meno da sviluppare, e il motivo per cui l’azienda starebbe utilizzando un chipset simile nell’Apple Watch 8 rispetto all’Apple Watch 7.

Gurman fa notare che questa focalizzazione sui Mac probabilmente non è l’unico problema, in quanto la dipendenza da altre aziende (in particolare TSMC) e l’aumento dei costi causato dalla carenza di chipset a livello globale sono fattori altrettanto probabili. Ma sembra probabile che il rinnovato interesse di Apple per il Mac stia giocando un ruolo importante.

Questo focus sul Mac è curioso, perché se è vero che i computer di Apple avevano bisogno di una spinta in termini di popolarità, come sottolinea Gurman, il 60% del fatturato di Apple proviene da dispositivi che non utilizzano le linee di chip M1 e M2 su cui Apple si sta attualmente concentrando. Trascurare questi dispositivi sembra quindi una scelta strana.

Gurman suggerisce anche che il reparto chip di Apple si sta sparpagliando troppo, con segnalazioni di burnout dei dipendenti e un tasso di abbandono più alto del normale, suggerendo che la strategia dell’azienda potrebbe non essere sostenibile. Tuttavia, per il momento è improbabile che si tratti di un grosso problema per gli acquirenti o per le casse di Apple, dato che i chipset degli attuali iPhone e Apple Watch sono già estremamente potenti. Infatti, è molto probabile che l’A15 Bionic dell’anno scorso sia ancora in grado di battere i chipset Android dell’anno prossimo.

Inoltre, secondo quanto riportato, Apple non sta trascurando del tutto l’iPhone: si pensa che sia in fase di sviluppo un nuovo chipset A16 Bionic (anche se non sarà enormemente più potente dell’A15 Bionic). Ma si dice che questo chipset sarà disponibile solo per l’iPhone 14 Pro e l’iPhone 14 Pro Max.

Quindi per ottenere un upgrade di potenza dovrete spendere molto e acquistare uno dei migliori iPhone. E sembra che l’iPhone non sia l’unico prodotto Apple di prossima uscita per il quale non sono previsti cambiamenti: anche l’Apple Watch 8 potrebbe avere aggiornamenti limitati.

Ultime Notizie

Telefonini.COM è da (quasi) 20 anni il sito italiano che vi guida alla scoperta di smartphone, telefonini,Tablet, più usati ogni giorno.

Ogni marca, ogni tipo di telefonino: se non ne trovi uno, contattaci subito!

(c) 2018 Telefonini | Web Marketing & Web Design by Revenue SRL, P. IVA / Cod. Fisc.: 07084270961 - Via Statuto 10 - 20121 - Milano

Inizio