Novità

Xiaomi leader del mercato smartphone cinese

Senior businessman using smartphoneSe pensate che il mercato cinese “ragioni” come gli altri principali territori commerciali internazionali, vi sbagliate di grosso. A Pechino e (macro) dintorni né Samsung né Apple riescono ad avere la meglio, strette alle corde dagli operatori nazionali e, in principal modo, dal produttore Xiaomi. Stando agli ultimi dati forniti in loco, infatti, Xiaomi sarebbe riuscito per la prima volta a strappare lo scettro della leadership ai concorrenti sudcoreani, superando – nel periodo aprile / giugno 2014 – i rivali continentali.

Canalys afferma in merito che Xiaomi, con poco meno di 15 milioni di smartphone venduti in Cina, è riuscita a conquistare il 14% della torta cinese, contro una fetta di mercato di Samsung che – forte di “soli” 13,23 milioni di smartphone venduti nel periodo – si è fermata al 12%. Nel primo trimestre la situazione era fortemente invertita, considerando che Samsung aveva il 18,3% e Xiaomi superava faticosamente il 10%.

Come intuibile, a trainare le vendite della compagnia cinese (che appena 12 mesi fa deteneva faticosamente il 5%) è stata la pubblicazione di nuovi dispositivi di successo, dal prezzo competitivo e dalla buona fattura. Sia sufficiente considerare in proposito, che gli smartphone Xiaomi hanno un prezzo di listino di poco superiore agli equivalenti 100 dollari, e che invece quelli dei rivali Samsung costano almeno 5 volte in più.

Al successo in patria non corrisponde, però, la stessa fortuna altrove. Anzi, nel resto del mondo Xiaomi deve faticosamente difendersi dalle accuse di attività di spionaggio ai danni sui propri utenti: è del mese scorso la notizia di un utente che sottolineava come il suo RedMi Note si stesse collegando, in autonomia e ad insaputa, a un server di Pechino al quale trasferiva i propri dati personali.

A scanso di equivoci, il vicepresidente della compagnia, Hugo Barra, ha spiegato ai media americani che la società non raccoglie alcuna informazione personale, e che il server di Pechino si collega agli smartphone dei propri utenti solamente per specifici servizi come, ad esempio, il download di applicazioni.

Insomma, i timori di “spionaggio” sembrerebbero essere delle illazioni. Eppure, il colpo all’immagine di Xiaomi sembra esser stato assestato…

Scrivi un commento

Devi essere registrato per inviare un commento. Login

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime Notizie

Telefonini.COM è da (quasi) 20 anni il sito italiano che vi guida alla scoperta di smartphone, telefonini,Tablet, più usati ogni giorno.

Ogni marca, ogni tipo di telefonino: se non ne trovi uno, contattaci subito!

(c) 2018 Telefonini | Web Marketing & Web Design by Revenue SRL, P. IVA / Cod. Fisc.: 07084270961 - Via Statuto 10 - 20121 - Milano

Inizio