Novità

Yotaphone 2, scopriamo insieme le sue principali caratteristiche

yotaphone

yotaphoneLo Yotaphone 2 è finalmente sbarcato in Italia e si propone, probabilmente, in qualità di vero e proprio antagonista dell’iPhone di Apple. La distribuzione di questo innovativo smartphone, dotato di doppio display (uno sulla parte frontale e uno sulla sezione posteriore), è stata favorita grazie alla collaborazione fra la start up russa Yota Devices e la filiale italiana Ingram Devices: il giorno di lancio del prodotto nel nostro Paese è avvenuto in data 14 dicembre, e seppur sia prematuro parlare di risultati di vendita, ci venga permesso qualche spunto.

Ciò che è certo, infatti, è che lo Yotaphone sta conquistando sempre più i consumatori di fascia alta, con un prezzo che si aggira sui 750 euro e con prestazioni che possono essere considerate di prim’ordine.

Ad ogni modo, lo Yotaphone 2 presenta un device OS Android dotato di doppio display touch, uno ‘always on’, ovvero sempre acceso e ideale per la lettura delle notifiche e degli e-book, e l’altro Amoled Fhd. I portavoce dell’azienda sottolineano che i due display che compongono lo Yotaphone convivono in perfetta armonia fra di loro e che in questo aspetto risiede il successo del prodotto.

Lo Yotaphone2 misura 144.9 x 69.4 x 8.95mm, e presenta un peso di 145 grammi. Il sistema operativo integrato è la versione 4.4 KitKat di Android. Il display principale Amoled si presenta Full HD con densità di 442ppi e protezione Corning Gorilla Glass 3, con un’ampiezza di 5 pollici. Il secondo display (quello “always-on”) si presenta capacitivo da 4.7” EPD (Electronic Paper Display) con risoluzione 960×540, densità di 235ppi e protezione Corning Gorilla Glass 3.

Entrambi gli schermi godono quindi di una tecnologia ottimale, di un’ottima protezione e di una buona visibilità. Il processore, vero ago della bilancia nella misurazione della bontà di uno smartphone, è un quad-core Qualcomm Snapdragon 800 da 2.2GHz, 2GB di RAM, con 32GB di memoria interna. Accelerometro, bussola, giroscopio, sensore di prossimità e sensore di luminosità sono gli accessori che completano questo secondo display, pensato per offrire informazioni veloci, utili e facili da fruire senza la necessità di effettuare ricerche in rete o attraverso l’impiego di applicazioni specifiche.

Analizzando le caratteristiche della fotocamera, ci si può accorgere che lo Yotaphone 2 propone ottime prestazioni anche in questo campo, in quanto il comparto fotografico è costituito da un sensore anteriore da 2.1 megapixel e da uno posteriore da 8 megapixel con AF e flash LED in grado di registrare video in Full HD.

A voi che sembra?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio