Varie

“Vada a bordo c..” diventa un’applicazione per smartphone

\"\"Sembra non avere fine il tormentone della telefonata tra il comandante della Guardia Costiera di Livorno Gregorio De Falco e quello della Costa Concordia Francesco Schettino. Quella frase urlata da De Falco “Vada a bordo c…” mentre la Concordia aveva già urtato gli scogli dell’ Isola del Giglio, è diventato uno slang popolare in tutto il mondo. Prima la stampa sulle t-shirt ed ora è diventata anche un’applicazione per gli smartphone Android.

Il processo giudiziario sul disastro della Concordia è già iniziato, ma per l’opinione pubblica il verdetto è già stato emesso: De Falco è l’eroe e Schettino il colpevole della tragedia, con l’aggravante che sarebbe stato uno dei primi ad abbandonare la nave da crociera. Sullo schermo dell’applicazione sono presenti undici pulsanti, ognuno dei quali ha all’interno un pezzo del colloquio della telefonata tra i due comandanti. Se da un lato l’idea può far sorridere e cerca di sdrammatizzare una tragedia di tale portata, dall’altra però non è stata gradita soprattutto per la presenza di grandi box pubblicitari che fanno capire come il vero scopo dello sviluppatore sia quello di fare cassa con questa app,
approfittando di questo drammatico episodio. Proprio su quest’ultimo motivo alcuni utenti del market si sono risentiti, poiché si cerca di trarre profitto da una tragedia dove si sono registrate oltre 20 vittime.

di Daniele Trenca

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio