Sony Ericsson

Sony in perdita nonostante gli smartphone

sony

sonyÈ un anno fiscale non particolarmente brillante per Sony. Il colosso giapponese ha infatti affermato di aver chiuso il bilancio fiscale 2013 con una perdita di 128,4 miliardi di yen (circa 1,25 miliardi di dollari) nonostante il buon contributo legato al business degli smartphone e a quello del gaming.

In maniera più dettagliata, Sony ha conseguito un risultato operativo annuo (il bilancio viene chiuso il 31 marzo) pari a 26,5 miliardi di yen (al cambio attuale, 257 milioni di dollari), su ricavi di 7,77 trilioni di yne (75,4 miliardi di dollari). Una inversione di tendenza piuttosto evidente rispetto a quanto era stato annunciato appena un anno fa, quando la società riuscì a spuntare il primo profitto dei precedenti cinque anni, con 43 miliardi di yen. Una inversione che, aggiungiamo, potrebbe farsi ancora più significativa nel corso dei prossimi mesi, considerato che si attendono perdite pari a 50 miliardi di yen (489 milioni di dollari) per l’esercizio fiscale che si chiuderà il 31 marzo 2015.

Il tutto, ripetiamo, nonostante le buone prestazioni riscontrate dal business del gaming, con vendite in incremento grazie alla Playstation 4 e alla linea Sony Xperia: proprio la divisione mobile è uno degli aspetti di consolazione maggiore, valutato l’incremento del 29,6%, contro il + 38,5% del gaming. Scendono invece del 2 per cento risultati relativi alle fotocamere digitali, mentre migliorano ancora le prestazioni del comparto dell’home entertainment, grazie alle buone prestazioni conseguite dal business delle tv di fascia top.

Considerato che le vendite sono in incremento, e che smartphone e gaming trascinano la locomotiva Sony verso un futuro comunque positivo, c’è da ricondurre la perdita 2013 – 2014 alle ristrutturazioni in corso, che stanno generando così particolarmente ingenti. A tal fine Sony aveva già preparato gli azionisti al peggio, preavvisandoli della debalce del risultato netto. Per il futuro il gigante nipponico si concentrerà ancora maggiormente su gaming e mobile, rivitalizzando la divisione tv e lanciando nuovi progetti nel cloud.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio