Telefonini

Smartphone walking, ecco cosa è e perché forse colpisce anche te

Si chiama smartphone walking ed è la nociva tendenza a camminare per il marciapiede (o peggio) tenendo fissi i propri occhi sul display del telefonino. Dalla cattura dei Pokemon alla consultazione degli ultimi status su Facebook, sono numerose le attività che assorbono la nostra giornata ma… a quale pericolo?

Secondo quanto emerge da un esperimento sociale condotto da Found, utilizzando oltre 5.000 segnalazioni raccolte nelle principali città italiane, emerge che il fenomeno riguarda oggi giorno il 53 per cento degli italiani, con punte del 61 per cento a Milano e del 58 per cento a Roma, e con una percentuale elevata tra manager (65 per cento) e imprenditori (62 per cento, ancor più che negli studenti (58 per cento). E se le percentuali di cui sopra vi sembrano esagerate, provate a replicare anche nella vostra città lo stesso esperimento sociale, e riscontrare quanto sia frequente l’abitudine a incontrare persone intente a scorrere il display del proprio smartphone.

Ma chi è il profilo ideale dell’utente che pratica smartphone walking? Secondo la ricerca, i più distratti dalla tecnologia mentre camminano sono gli uomini (58 per cento), contro il 48 per cento delle donne. Per quanto attiene le classi anagrafiche, in prima posizione ci sono le persone tra i 30 e i 45 anni (58 per cento), seguiti dai giovanissimi tra i 16 e i 29 anni (54 per cento) e dagli over 50 (46 per cento). L’atteggiamento dello smartphone walking è infine molto più frequente nelle grandi città, con percentuali oltre il 50 per cento per Milano, Roma, Napoli, Torino e Palermo.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio