Novità

Smartphone, si comincia sempre prima

Secondo quanto afferma uno studio condotto su Archives of Disease in childhood e realizzato da Deirdre Murray, dell’Università di Cork (Irlanda), i bambini iniziano sempre prima ad utilizzare lo smartphone, e già a 2 anni sarebbero in grado di maneggiare adeguatamente il touchscreen per sbloccare lo schermo, scorrere le pagine e fare tante altre azioni sulle app corrispondenti.

Lo studio dell’istituto universitario irlandese ha coinvolto i genitori di bimbi di età compresa tra i 12 e i 36 mesi, intervistati sull’utilizzo di dispositivi come tablet e smartphone da parte dei figli. A margine dell’osservazione è emerso che l’87% dei genitori presta il proprio smartphone / tablet ai bambini per una media di 15 minuti al giorno, mentre il 62% dei genitori ha affermato di aver scaricato qualche app specifica da far utilizzare ai più piccoli.

Ulteriormente, il 91% dei genitori ha specificato che il proprio figlio, di età media di 24 mesi, è capace di scorrere le pagine sul proprio tablet o telefono, e il 50% è capace anche di sbloccare lo schermo. Il 64% comunica che il proprio bimbo è in grado di cercare attivamente le cose che gli interessano sul touchscreen (gallerie fotografiche, canzoni su YouTube, e così via).

D’altronde, spiegano i ricercatori, non c’è nulla di che sorprendersi. I dispositivi che utilizzano il touchscreen sono molto intuitivi, e sono dunque facilmente interpretabili anche dai più piccoli. I nuovi media, concludono poi i ricercato irlandesi, potrebbero racchiudere in sè un potenziale applicativo non indifferente per la valutazione del grado di sviluppo del bambino e, ulteriormente, per interventi mirati in caso di bambini che hanno dei deficit o dei ritardi nello sviluppo.

Scrivi un commento

Devi essere registrato per inviare un commento. Login

Scrivi un commento

Ultime Notizie

Inizio