Telefonini

Smartphone in spiaggia, attenzione a non esagerare!

Se avete l’abitudine di utilizzare il vostro smartphone in spiaggia, sappiate che si tratta di una fruizione che potrebbe comportare qualche pregiudizio al vostro dispositivo di telefonia mobile. Che, così come accade d’altronde per gli esseri umani, soffre la calura estiva in maniera non certo irrilevante.

Contrariamente ad altri dispositivi di tecnologia mobile, infatti, gli smartphone non sono dotati di sistemi di riscaldamento. Il che significa, in altri termini, che l’utilizzo del cellulare in spiaggia comporta un suo evidente surriscaldamento, e che il surriscaldamento può condurre a evidenti malfunzionamenti nel device.

Tra i principali elementi da considerare vi è certamente il consumo di batteria, che cresce in misura non lieve durante le fasi di surriscaldamento, andando a mettere a dura prova la cpu. Altro elemento critico è anche il display, che sarebbe opportuno non esporre ai raggi del sole durante le ore più calde: alcuni pixel potrebbero esplodere e, nelle ipotesi più estreme, potrebbe verificarsi qualche deformazione.

Che fare, allora? Il consiglio più semplice è spesso anche quello più efficace: evitate di utilizzare il dispositivo durante le ore più caldo e, comunque, troppo a lungo. Se proprio non riuscite a evitare di utilizzarlo, fate attenzione – nel caso in cui avvertiate dei riscaldamenti eccessivi – a chiudere le app attive e disattivare le connessioni. In questo modo alleggerirete un po’ l’affaticamento sofferto dal cellulare…

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio