Accessori

Smartphone, i display si ripareranno da soli

Gli smartphone del futuro saranno in grado di ripararsi da soli. È questo lo straordinario risultato a cui sta lavorando un team di ricercatori della University of California di Riverside, secondo cui tra non molto, grazie a un nuovo materiale trasparente, gli smartphone potranno autoripararsi, usufruendo di un prodotto la cui tecnologia gli permetterebbe di allungarsi e di raggiungere fino a 50 volte la sua lunghezza iniziale. Una proprietà che, in altri termini, renderebbe questo nuovo materiale ideale per poter riparare i danni alle batterie degli smartphone senza bisogno di sostituirle, considerato che è in grado di generare corrente.

L’innovazione è stata presentata alla conferenza annuale dell’American Chemical Society, con Chao Wang, capo della ricerca, che ha ricordato che “quando ero bambino, il mio idolo era Wolverine degli X-Men. Poteva salvare il mondo, ma solo perché aveva il potere di auto-curarsi. Un materiale che si ripara da solo, se tagliato in due pezzi, può ricomporsi proprio come la pelle umana”.

I ricercatori stanno comunque ancora lavorando per poter migliorare le caratteristiche del materiale, eseguendo test in diverse condizioni come in un ambiente con alto tasso di umidità. “Materiali di questo tipo solitamente non funzionano bene quando c’è molta umidità” – ha infatti ricordato Wang – “L’acqua si infiltra all’interno e rovina i legami, cambiandone le proprietà meccaniche. Al momento stiamo lavorando sui legami tra le molecole all’interno del polimero per preparare il materiale per essere utilizzato praticamente”.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio