Telefonini

Smartphone al volante? Attenzione (anche) al vivavoce

Utilizzare lo smartphone al volante? Sappiamo tutti che è molto pericoloso, e che si tratta di un’abitudine da abbandonare (salvo – bravi! – non lo abbiate già fatto). Ma sapete quanto può essere pericoloso l’utilizzo del vivavoce? E per quale motivo?

A rivelarcelo è uno studio condotto da Gemma Briggs, Graham Hole e Michael Land, denominato “Imagery-inducing distraction leads to cognitive tunnelling and deteriorated driving performance”, e pubblicato sulla rivista Transportation Research, l’uso dello smartphone in automobile è sempre pericoloso poiché la conversazione stimola l’immaginazione visiva dei conducenti e, dunque, gli stessi sarebbero meno in grado di percepire gli effettivi rischi da fronteggiare mentre la vettura si trova in transito.

Per arrivare a tale conclusione, i ricercatori hanno osservato il comportamento di 20 uomini e 40 donne, sottoposti a test di guida e ripresi dalle videocamere. Dai filmati è emerso chiaramente che i guidatori che non sono soggetti alla distrazione derivante dall’uso del telefonino sono maggiormente in grado di reagire prontamente a eventi improvvisi, come l’attraversamento di un pedone o l’invasione di corsia da parte di un veicolo contromano.

Di contro, i conducenti che sono distratti dal cellulare, restringono il proprio campo visivo e concentrano gli occhi sulla zona centrale, tagliando fuori dalla vista i pericoli periferici. “La conversazione telefonica – spiega Graham Hole, con dichiarazioni riportate sul quotidiano La Stampa – ha un impatto sulla visione del guidatore maggiore di quanto si pensi portandolo a escludere parte del mondo esterno a vantaggio del proprio interiore universo visivo. Con importanti conseguenze in termini di sicurezza stradale”.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio