Sicurezza

Sicurezza informatica, nel 2012 i virus punteranno su smarphone e tablet

\"\"Si prospetta un 2012 preoccupante per tutti i possessori di tablet e smartphone. Saranno questi due device, i principali obietivi dei virus informatici di quest’anno. Dopo aver subìto un’impennata nel corso della fine del 2011, e dopo aver testato il terreno nel corso dell’anno appena trascorso, i pirati informatici si preparano a scoccare l’offensiva verso i due dispositivi mobili.
A dare l’allarme è la società statunintense McAfee, che oltre a produrre software che tentano di arginare il problema dei virus, da anni è in prima linea per la lotta alla criminalità informatica grazie ad un laboratorio che ogni anno redige un report. Secondo la stessa multinazionale, nei prossimi mesi ci sarà un proliferare di software nocivi per dispositivi mobili che metteranno a repentaglio la sicurezza delle informazioni degli utenti. Numeri di telefono, e-mail, codici bancari potranno essere a rischio per il vero e proprio boom dei malware che investirà queste piattaforme.

Come già verificatosi per i pc tradizionali, l’azione dei malware sarà rivolta al furto di informazioni sensibili o all’invio di
telefonate e sms verso numeri a pagamento all’insaputa dell’utente. Per la prima volta i dispositivi mobili dovrebbero rappresentare il pericolo maggiore rispetto ai computer da tavolo.
Secondo lo studio della McAfee, a contribuire allo sviluppo dei virus, sarà anche la diffusione sul mobile dei vari social network. Facebook ad esempio gira su oltre 300 milioni di dispositivi mobili, ed è molto utilizzato per il furto dei dati.
Dai risultati della ricerca, si evidenzia come, sarebbe Android il sistema operativo più in pericolo, montato su gran parte dei
modelli di smartphone e tablet in circolazione. La scelta di Android è ricaduta anche perchè è completamente open source. Negli ultimi sei mesi del 2011 il sistema operativo creato da Google ha fatto segnare un aumento del 113% degli attacchi. Numeri che purtroppo sono destinati a crescere, se verranno le previsioni degli analisti, secondo cui nel 2015 si venderanno nel mondo 215 milioni di tablet contro i 17 del 2010 .

di Daniele Trenca

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio