Novità

Pochi giorni al lancio del Lenovo K920

lenovo

lenovoMancano pochi giorni al lancio del Lenovo K920, nuovo smartphone della compagnia asiatica, per il momento in pianificazione comerciale solo in alcuni specifici mercati internazionali (e l’Italia, purtroppo, non rientra tra questi). In attesa di vedere anche nel vecchio Continente la nuova “creatura” di Lenovo, cerchiamo di capire quali siano le sue caratteristiche, verificando altresì se la grande attesa da parte di una buona fetta di mercato nei confronti di tale new entry, sia o meno giustificata.

Complessivamente, il Lenovo punta ad essere uno smartphone più prossimo ai phablet che ai telefoni smart in senso stretto, con un display IPS da 6 pollici con risoluzione pari a 2560 x 1440 pixel. Il processore è un buon Qualcomm Snapdragon 801 con CPU quad core da 2,5 Ghz. La scheda grafica è invece una Adreno 300. Presente RAM da 3 GB e memoria storage interna da 32 GB (pare che non sia prevista la possibilità di fruire della consueta espansione tramite slot micro SD, elemento che potrebbe inficiare, almeno in parte, la più completa fruizione del device).

Ancora, segnaliamo una ottima fotocamera posteriore da 16 Megapixel (arricchita da uno stabilizzatore ottico dell’immagine) e una fotocamera anteriore da 5 Megapixel che potrà certamente accontentare tutti gli amanti dei selfie. La connettività è garantita con tutte le più moderne tecnologie: dalla LTE alla NFC, dal Bluetooth 4.0 al wi-fi. La batteria da 4.000 mAh dovrebbe infine garantire un corretto e intenso utilizzo lungo tutto l’arco della giornata, e non solo.

Esteticamente, sembrano evidenti gli sforzi compiuti da Lenovo in termini di minimalizzazione di alcuni componenti ritenuti “superflui”. Ne è dimostrazione la presenza di un rapporto tra display e superficie anteriore pari a oltre l’80%, con un tentativo – in buona parte riuscito – di assottigliare ulteriormente le cornici e gli spazi non produttivi.

Per quanto attiene la sua commercializzazione, per il momento lo smartphone è previsto in uscita in alcuni mercati asiatici al prezzo di 500 dollari. Vi terremo aggiornati circa le possibilità di poterlo vedere anche nelle vetrine europee e, in particolar modo, in quelle italiane. Voi che ne pensate? Con tali caratteristiche, e tale prezzo, lo ritenete una buona alternativa?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio