Novità

Nuovo rinvio per il Project Ara di Google: 2016

L’esordio del primo telefonino a moduli di Google deve ancora attendere. Lo smartphone della società titolare del più noto di ricerca del mondo, contraddistinto dalla possibilità di poterlo comporre pezzo per pezzo sulla base delle proprie necessità, è infatti slittato al 2015. Ad annunciarlo lo stesso team che si occupa del progetto, che su Twitter ammette di essere in ritardo rispetto ai precedenti annunci, e di essere quindi costretta a rinviare dall’inizio del 2015 al 2016 (non è dato sapere se all’inizio o alla fine) il nuovo evento.

Secondo quanto aveva preannunciato il team che si sta occupando dello sviluppo, il primo dispositivo del progetto avrebbe dovuto essere testato a Puerto Rico quest’anno, mentre ora il team di Google scrive sul social network che sta cercando altre location per i test, sempre negli Stati Uniti. Dunque, il telefonino modulare non sarebbe ancora affatto prontop er poter passare dalla fase di prototipo a quella commerciale.

Presentato alla fine del 2013, il progetto di Google riuscì subito ad attrarre tantissima curiosità intorno alla natura del progetto, divenendo una potenziale risposta alla necessità degli utenti di avere con sè uno smartphone sempre più personalizzato, e che potesse essere rivolto con particolare convenzione nei mercati emergenti desiderosi di buoni cellulari a livello low cost.

Il progetto non ebbe tuttavia vita semplice: sviluppato inizialmente con la Motorola Mobility, dopo la vendita della società a Lenovo Google ha dovuto intervenire autonomamente: il dipartimento di Advanced Tech che si occupa di tali progetti è infatti uno dei pochissimi asset che il colosso della grande G non ha voluto cedere ai cinesi di Lenovo.

Non ci resta che attendere fiduciosi, nella speranza che non si debba rimandare ancora troppo a lungo…

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio