Software

Nuovo pericolo malware per gli smartphone Android

Nuovi pericoli per gli smartphone Android. I ricercatori di Check Point avrebbero infatti individuato quattro gravi vulnerabilità nei driver dei chip Qualcomm, ampiamente utilizzati dagli smartphone di nuova generazione (tanto che la società ha stimato in più di 900 milioni di unità gli smartphone e tablet Android potenzialmente interessati).

Stando ai dettagli tecnici, illustrati all’interno di una conferenza di sicurezza a Las Vegas, la vulnerabilità riguarderebbe anche alcuni smartphone recentemente arrivati sul mercato come i Samsung Galaxy S7 e S7 edge, o gli OnePlus 3, o ancora gli LG G5 e l’HTC 10, o ancora l’apparentemente sicuro BlackBerry DTEK5, come i Nexus 5X, 6 e 6P. Non solo: il problema non riguarda questi cellulari, i cui driver potranno essere aggiornati tempestivamente, quanto anche vecchi modelli che non verranno più aggiornati e dovranno così “convivere” con questa pecca di vulnerabilità.

Stando ai dettagli forniti, le vulnerabilità possono essere sfruttate mediante la semplice installazione di un malware presente in un’app infetta, distribuita tramite APK e camuffata da app originale. Il buco di sicurezza permetterebbe di accedere ai dati personali, tracciare i suoi spostamenti con GPS, registrare audio e video, intercettare le password digitate, e così via. Consapevole di ciò, Qualcomm ha già rilasciato la patch, ma è comunque necessario attendere tutti i passaggi prima di poter aggiornare lo smartphone. Google ha invece reso noto di aver già risolto tre delle quattro vulnerabilità segnalate con gli ultimi update di sicurezza, ma la quarta non è ancora stata risolta e, probabilmente, lo sarà solamente a settembre.

Scrivi un commento

Devi essere registrato per inviare un commento. Login

Scrivi un commento

Ultime Notizie

Inizio