Motorola

Moto G 2015, nuove indiscrezioni sull’attesissimo smartphone

Anche se mancano poche ore alla presentazione ufficiale del Moto G 2015, nessuno sembra voler attendere l’affermazione dei dati definitivi su quello che da più parti è stato definito come uno dei principali outsider della seconda parte dell’anno, per quanto concerne il comparto della telefonia mobile. Ma quali sono le sue caratteristiche di base? E quali potrebbero essere i valori aggiunti in grado di dare un vantaggio competitivo allo smartphone?

Andando con ordine – e pur anticipando che, con gli oltre 10 modelli di cui dovrebbe farsi carico, il Moto G 2015 potrebbe realmente essere uno degli smartphone più versatili di sempre – ricordiamo che il cellulare dovrebbe “girare” con sistema operativo Android 5.11 Lollipop, con display da 5 pollici, risoluzione 1280 x 720 pixel. Il processore sarà un Qualcomm Snapdragon 410 con CPU quadcore da 1,4 GHZ. Memoria da 8 GB o 16 GB, camera da 13 Megapixel e seconda camera frontale da 5 Megapixel, batteria da 2.470 mAh, possibilità di optare per il Dual SIM, sono solamente alcuni dei principali termini di riferimento dello smartphone.

Tra le altre caratteristiche, spicca anche la possibilità di poter utilizzare il cellulare praticamente ovunque… compreso sul mare: viene infatti garantita la resistenza con possibilità di immersione per 30 minuti a 1 metro d’acqua.

Infine, ampie si prospettano le personalizzazione, che condurranno il Moto G a disporre di numerosi modelli diversi: si pensi al Moto G Sport, al Moto G Pulse con cuffie in bundle, al Moto G Music con più memoria e accessori, al Moto G TV con antenna, al Moto G Colors, e così via. Per il momento gli analisti di settore hanno intercettato almeno 7 diverse varianti, ma in sede di presentazione potrebbero aggiungerne altrettanti, con il risultato di superare quasi certamente le 10 versioni.

Insomma, Moto G sembra avere le carte in regola per irrompere con prepotenza nel segmento dei telefonini di fascia media. Riuscirà a rispettare le grandi attese della vigilia?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio