App

L’app TheFork arriva in Italia grazie a TripAdvisor

the fork

the forkImportanti cambiamenti nel campo della ristorazione. In vista dell’imminente avvio dell’Expo 2015 che si terrà a Milano, l’agenzia TripAdvisor ha pensato di giocare in anticipo sul fronte delle applicazioni per smartphone e tablet.

Dopo aver acquisito le startup nostrane restOpolis e Mytable.it , i due principali portali italiani di ebooking online di ristoranti, TripAdvisor vede arrivare nella sua cerchia anche TheFork.it, che fino ad oggi era disponibile solo in alcuni Paesi come Francia, Belgio, Svizzera e Spagna.

TheFork fornisce agli utenti, nonché clienti, numerose funzioni tutte inerenti al campo della ristorazione. Di fatti è possibile scegliere il ristorante che più corrisponde alle esigenze, attraverso una selezione fra città, prezzo, disponibilità, tipo di cucina e recensioni da parte degli utenti. Inoltre, vi è la possibilità di consultare il menu direttamente dallo smartphone ed, eventualmente, vedere se sono disponibili delle offerte o meno, fino ad un massimo del 50%. In questo caso, lo sconto viene applicato direttamente alla cassa senza dover presentare il tagliando al ristorante.

TheFork fornisce inoltre la possibilità di cumulare punti. Iscrivendosi al programma fedeltà, con ogni prenotazione si ha diritto ad avere dei punti, chiamati Yums. Una prenotazione equivale a 100 Yums. Con 1000 Yums si riceve un buono sconto pari a 20 euro, mentre con 2000 Yums lo sconto è pari a 50 euro.

Per rendere il tutto ancora più accattivante, TheFork si è prefisso l’obiettivo di lanciare delle particolari iniziative in modo da far cumulare quanti più Yums possibili.

Il servizio è stato accolto con favore dalle principali associazioni di categoria del settore, Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi ) e Apci (Associazione professionale cuochi italiani). “La collaborazione con TheFork nasce in realtà da un litigio con TripAdvisor” spiega Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe Confcommercio, “da qui è partito un rapporto di collaborazione da entrambe le parti, che si è concretizzato nel commento rispettoso e non vittorioso di Fipe in merito alla recente sanzione a TripAdivisor da parte dell’Antitrust”.

A dire la sua vi è anche Sonia Re, direttore generale di Apci, “Se il digitale è il futuro, ogni ristorante dovrebbe avere un sito efficace e ben posizionato nei motori di ricerca, un’app mobile e un sistema di prenotazione online”, e poi prosegue “per questo abbiamo abbracciato la piattaforma, che permette di gestire le prenotazioni di sfruttare il passaparola digitale e offrire un servizio oggi imprescindibile ai potenziali clienti”.

TheFork è disponibile in versione gratuita sia per dispositivi Apple che Android.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio