Recensioni

Impact X, arriva lo smartphone indistruttibile

pixaviSe siete amanti di vita all’aria aperta e avventure piuttosto estreme, se non fate un solo passo senza il proprio smartphone e desiderate che il dispositivo tecnologico di maggiore compagnia vi possa seguire in capo al mondo senza alcun timore che possa rovinarsi, l’Impact X è quel che fa per voi: un dispositivo che si preannuncia come “l’indistruttibile”, e che può resistere a (quasi!) tutti gli shock fisici ai quali viene sottoposto più o meno accidentalmente.

Predisposto dalla compagnia norvegese Pixavi, nota nel mondo tecnologico per il merito di aver realizzato alcun e soluzioni molto innovative in campo hardware e software, l’Impact X è effettivamente lo smartphone più resistente oggi disponibile in commercio, utilizzabile con maggiore sicurezza in zone piuttosto impervie, dove cadute, esplosioni, contaminazioni, terremoti e altri fenomeni di cui faremmo volentieri a meno sono all’ordine del giorno.

Dal design solido, scocca in alluminio, tasti in gomma, touchscreen glove friendly (ovvero, in grado di poter essere utilizzato indossando dei guanti, anche pesanti), l’Impact X si candida ad essere il fedele compagno di avventura, forte di un display costituito da due millimetri dei Gorilla Glass: uno schermo che non teme qualsiasi tipo di impatto, e che può permettere una funzionalità continua delle opzioni touch anche negli incidenti più pesanti.

Oltre a quanto sopra, ricordiamo come lo smartphone sia dotato di certificazione IP68 (resistenza agli agenti atmosferici e polvere), e può resistere a impatti di 2 Joule. Per il resto, le caratteristiche dello smartphone non sono certamente ultra-evolute (la risoluzione è di soli 400 x 480), ma occorre comunque ricordare che l’Impact X non nasce espressamente per gli ambiti “urbani” più sereni e tranquilli, quanto per le situazioni di maggiore avventura e pericolosità.

Tra le specifiche più interessanti, vi è anche la cancellazione dell’eco e dei rumori di fondo al fine di migliorare le qualità delle comunicazioni anche nelle situazioni di maggiore confusione. Il sistema operativo è l’Android 4.2.

Insomma, uno smartphone da James Bond che, seppur non soddisferà le esigenze di selfie e di video panoramici da parte di teenager, potrà essere un utile alleato per i professionisti del rischio e dell’avventura.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio