Telefonini

Gli smartphone ci rendono meno produttivi

Secondo quanto afferma l’ultima indagine sul tema condotta dagli analisti di Kaspersky Lab, la nostra produttività migliorerebbe di circa il 26% quando non abbiamo nei dintorni lo smartphone.

Insomma, secondo l’analisi condotta, sebbene gli smartphone siano sicuramente utili per poter rimanere in contatto con i colleghi, e dunque siano utilizzabili proficuamente per controllare email e svolgere alcune attività mentre ci si trova fuori ufficio, non è affatto vero che il “saldo” del loro contributo sia positivo (anzi).

L’esperimento condotto dalle Università di Wurzburg e di Nottingham Trent per conto della Kaspersky ha infatti permesso di scoprire una interessante correlazione tra i livelli di produttività e la distanza tra l’utente e il suo smartphone. Ebbene, quando i partecipanti all’esperimento venivano privati del proprio smartphone, la performance migliorava del 26%.

Inoltre, gli analisti hanno scoperto che, contrariamente alle attese, l’assenza dello smartphone non avrebbe reso nervosi i partecipanti: i livelli di ansia sono infatti rimasti uguali con o senza la presenza dello smartphone nei dintorni, anche se – in generale – sono state le donne a mostrarsi più ansiose degli uomini, conducendo pertanto gli osservatori a ritenere che i livelli di ansia al lavoro non dipendano dagli smartphone (o dalla loro assenza) ma dal genere dei lavoratori stessi.

Una ulteriore indagine precedente, condotta direttamente da Kaspersky Lab, forniva più o meno gli stessi risultati, affermando che i dispositivi digitali possono avere un impatto negativo sui livelli di contrazione.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio