App

Facebook e Whatsapp verso nuove sinergie

whatsapp facebook

whatsapp facebookNovità in arrivo in casa Zuckerberg. Che il padre fondatore del social network Facebook avesse comprato l’app per la messaggistica mobile, Whatsapp, solo perché temeva la rivalità con il suo Messenger, è vero ma… solo in parte. Difatti, dopo l’acquisizione avvenuta un anno fa – il 19 febbraio 2014 – vari sono stati i tentativi da parte degli sviluppatori di Facebook di migliorare le funzioni Whatsapp. E non sempre con esiti propizi.

Ora, dopo l’avvenuta conferma dell’arrivo delle chiamate vocali tramite il social dal logo verde, altre voci di corridoio si fanno sempre più insistenti. A dire il vero, basta andare sul sito web alpha.whatsapp.com per vedere cosa gli sviluppatori stanno testando. Una volta aperto il link, l’utente si trova davanti ad una pagina bianca con una sola scritta apposta in alto: Login via Facebook.

Un login Facebook sul sito di Whatsapp? Si, avete capito bene. A quanto pare la novità consiste proprio in questo. Gli sviluppatori stanno mettendo all’opera un sistema per unire Facebook e Whatsapp tramite un’unica autenticazione. Infatti, se l’utente prova a cliccare sul link del login, viene reindirizzato in una tipica pagina di Facebook in cui compare la finestra con scritto “WhatsApp SSO riceverà le seguenti informazioni: profilo pubblico”. Per ora, pur cliccando sul tasto Ok, l’utente non viene reindirizzato in nessun’altra pagina. Elemento che ci fa capire che il tutto probabilmente sia ancora in fase di progettazione o, addirittura, che gli sviluppatori siano nella fase di testing.

Di certo possiamo dire che la sigla riportata all’interno della finestra, SSO, è un acronimo e sta ad indicare la dicitura Single SignOn. Per chi non lo sapesse, è il termine tecnico per indicare l’accesso unificato a più account attraverso un’unica piattaforma. Le ipotesi che circolano in questi giorni sono tante ma la più accreditata è quella che vede l’accesso a Whatsapp attraverso il social Facebook. Ovviamente il tutto sarà possibile anche tramite smartphone. Se le due applicazioni si vanno a fondere in un’unica piattaforma, la speranza di tutti è che a giovarne non sia solo l’utente ma anche il device stesso che vedrà risparmiare batteria e, soprattutto, memoria interna nello stesso.

Per ora di certo c’è gli sviluppatori stanno facendo dei test per unire le due applicazioni in una medesima piattaforma. Non appena usciranno notizie più certe, vi aggiorneremo.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio