Smartphone

Conoscere lo smartphone: il processore dual core

\"\"Sempre più spesso si sente parlare di processori per lo smartphone dalle prestazioni super: dual core, o addirittura di quad core.
Ma cosa significa? E soprattutto che necessità c’è di utilizzare tali componenti?
I processori, ovvero il cuore di ogni terminale elettronico, sempre più spesso sono Dual Core: integrano cioè due nuclei operativi all’interno di uno stesso chip. Questa soluzione offre molti vantaggi, a cominciare da una migliore gestione del multitasking, utilizzando così molte applicazioni senza rallentare il dispositivo. La particolarità di avere due “core” sta nel fatto che molte volte, per svolgere un’operazione è necessario soltanto uno. Non sono attivi per tutto i tempo, consentendo così una gestione più efficace delle risorse. La potenza c’è e si attiva al momento necessario, in modo da risparmiare energia ed aumentare dunque l’autonomia della batteria. Più potenza è anche sinonimo di migliore grafica 3D. I dual core, sono stati gli standard per l’anno 2011, anche se gli attuali dispositivi ad un core solo ci accompagneranno ancora per un po’.

Nel 2012 invece la battaglia si fa ancora più forte poiché qualche azienda ha deciso di scommettere addirittura sul quad core, posizionando i dispositivi mobili sugli stessi livelli dei computer. La coreana LG ad esempio ha prodotto il nuovo Optimus 4X HD che avrà al suo interno un processore quad core da 1.5GHz Tegra 3 consentendo così di ottenere prestazioni altissime e mai raggiunte prima su un telefonino.

di Daniele Trenca

Scrivi un commento

Devi essere registrato per inviare un commento. Login

Scrivi un commento

Ultime Notizie

Inizio