Novità

Come fare (un po’) a meno dello smartphone

Gli smartphone costituiscono oggi un elemento fondamentale per la gestione del tempo libero e dei rapporti professionali. Tuttavia, non sono rari i casi in cui l’utilizzo dello smartphone diventa una vera e propria mania, tanto da generare una relazione di “dipendenza” nei confronti di questo dispositivo di telefonia e internet mobile. Ma in che modo cercare di ridurre la tendenza all’utilizzo dello smartphone?

I consigli degli esperti, in tal senso, sono numerosi. E molti di questi, a ben vedere, supportano il “ritorno” a vecchie abitudini, come quella – ad esempio – di indossare un orologio da polso che induca a controllare l’ora con il tradizionale gesto di verificare il quadrante dello stesso (chiaramente, non smartwatch!) anziché attivare il display touch del proprio smartphone. Similmente, viene altresì consigliato di rispolverare le vecchie sveglie, cercando di dunque di impostare l’inizio della giornata attraverso una tradizionale sveglia, anziché mediante quella che è a disposizione sul telefono.

Ancora, è consigliabile evitare che lo smartphone possa interrompere lo svolgimento di attività importanti. Dunque, in riunione, al cinema, a pranzo, a cena e in tutte quelle occasioni in cui ci si rende conto della necessità di “staccare” e di evitare che il flusso “reale” sia interrotto da notifiche & co., meglio spegnere lo smartphone o “silenziarlo”, resistendo alla tentazione di metter mano al taschino e monitorare il display.

Altra abitudine supportabile, è quella di concentrare le telefonate, i messaggi e agli accessi ai social in uno o pochi ristretti archi temporali, evitando dunque di cadere nella tentazione di frazionare tali attività interattive nel tempo, e riunirle in una sola parte della giornata. Infine, potrebbe risultare utile poter creare delle zone “dedigitalizzate”: anche all’interno della vostra casa, è buona abitudine cercare di creare delle camere senza connessioni o dispositivi elettronici. Vere e proprie camere di disintossicazione, nelle quali trascorrere un po’ di tempo in completo riposo.

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio