Apple

Apple, rottamazione ammessa anche per smartphone di terzi brand

Rivoluzione per gli Apple Store di alcuni Paesi del mondo (l’Italia è tra questi): da qualche ora è infatti in vigore l’estensione del noto programma riutilizzo e riciclo, consentendo anche agli smartphone di terzi brand di poter essere ritirati proficuamente dagli store della Mela, in cambio di un buono sconto per l’acquisto di un iPhone o di un iPad.

Ma come funziona?

La procedura è molto semplice. Bisogna infatti portare il proprio smartphone nel negozio Apple e, qui, attendere la stima (immediata) sul valore del prodotto. Il credito che l’Apple Store riconoscerà potrà essere impiegato per l’acquisto contestuale di un iPhone o di un iPad.

Non solo: all’interno degli stessi punti vendita sarà possibile attivare un piano tariffario a scelta, tra quelli disponibili presso gli operatori. I commessi presenti aiuteranno inoltre i clienti che lo desidereranno nel compimento di alcune operazioni di trasferimento dei contatti dalla rubrica del vecchio dispositivo ad un altro, all’attivazione dell’account, all’impostazione delle caselle di posta elettronica, e tanto altro ancora.

Come confermato da un portavoce Apple, nell’ipotesi in cui lo smartphone non fosse riconosciuto idoneo per ottenere un credito, la società si dichiara disponibile a ritirarlo per poterlo riciclare in maniera responsabile, per conto del cliente.

Il programma “riuso e riciclo” è attivo negli Stati Uniti fin dal 2013 e, da poco meno di un anno, è arrivato anche in Italia. Fino a qualche giorno fa era tuttavia impossibile cercare di consegnare presso gli Apple Store degli smartphone che non appartenessero allo stesso brand della Mela. Quindi, l’attesa rivoluzione primaverile, con conseguente possibilità di consegnare anche smartphone di Samsung & co., in cambio di una valutazione utile per poter ottenere uno sconto nell’acquisto di un nuovo prodotto.
Basterà per poter ulteriormente rinsaldare le vendite commerciali da parte della società di Cupertino?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Notizie

Inizio